Urbanistica e semplificazione: il convegno e i webinar dell’INU

Il 16 luglio “Semplificazione e governo del territorio. La pianificazione territoriale e urbanistica alla prova del PNRR”, preceduto da sei workshop

 

Published 17 giugno 2022 – © riproduzione riservata

Nel percorso che conduce al 31° Congresso dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, in programma a Bologna dal 17 al 19 novembre, uno step importante è costituito dal convegno nazionale che si svolgerà a L’Aquila, all’auditorium del rettorato del Gran Sasso Science Institute, il 16 luglio: “Semplificazione e governo del territorio. La pianificazione territoriale e urbanistica alla prova del PNRR”.

Il tema è all’ordine del giorno, come è evidente già dal titolo. Si legge nella presentazione che l’obiettivo dell’incontro è quello “di trarre dalle più significative prassi di pianificazione recentemente sperimentate in diversi contesti territoriali, a partire da quella per la ricostruzione post-sisma 2016 nel Centro Italia, gli indirizzi per la definizione di nuove forme di pianificazione sostenibile in termini di azione amministrativa e quindi di nuovi processi di governo del territorio”.

Roberto Mascarucci, presidente di INU Abruzzo e Molise e coordinatore del convegno, osserva che “la questione della semplificazione è centrale e rilevante perché di fronte al Piano nazionale di ripresa e resilienza e alle sue necessità di rapida attuazione, l’urbanistica tradizionalmente intesa rischia di creare problemi di mancato rispetto delle scadenze. È chiaro che il tema rientra appieno nella discussione e negli approfondimenti che l’INU sta conducendo in vista del suo prossimo Congresso, visto che l’argomento principale sarà la proposta di una legge di principi sul governo del territorio che non potrà che raccogliere queste esigenze”. Accanto al tema della semplificazione l’INU, in generale e nel percorso di attuazione del PNRR, ha in più occasioni messo in evidenza la necessità di disporre degli strumenti di pianificazione e di programmazione per “mettere a terra” le risorse secondo logiche unitarie per i territori di riferimento, aumentando così visione ed efficacia.

L’appuntamento del 16 luglio sarà preceduto da un ciclo di sei webinar pubblici che prenderà il via il 20 giugno, preparati attraverso la diffusione di tre position paper, attraverso i quali i soci e i dirigenti dell’INU potranno presentare i loro contributi in modo sistematico. Saranno incentrati su rigenerazione urbana (che raccoglierà quattro dei sei incontri), divari territoriali e transizione ecologica. Tutte questioni, spiega Mascarucci, “viste dalla lente della semplificazione”.

 

 

Related Posts

In vista dell’appuntamento di Bologna, previsto a novembre, molti sono i temi al centro del...

Con un workshop, si conclude il progetto europeo partecipato da INU

Occorre lavorare a un inedito progetto di naturalizzazione che coinvolga scienziati della terra,...

Leave a Reply