Premio Urbanistica: pratiche virtuose di rigenerazione urbana e territoriale

 

La premiazione dei 9 vincitori per 3 categorie si terrà a Milano nel corso di Urbanpromo “Progetti per il Paese”

 

Proclamati i vincitori del Premio Urbanistica, il concorso indetto dalla rivista scientifica dell’Istituto Nazionale di Urbanistica che dal 2006 seleziona i progetti preferiti dai visitatori di Urbanpromo, l’evento nazionale di riferimento per la rigenerazione urbana organizzato dall’INU e da Urbit. Nel corso della manifestazione dello scorso anno alla Nuvola Lavazza a Torino i visitatori hanno scelto, tramite referendum, nove progetti tra quelli esposti nella mostra allestita nello Spazio e nella gallery del sito di Urbanpromo. La premiazione dei vincitori si terrà nell’ambito della 17° edizione di Urbanpromo, “Progetti per il Paese”, che si svolgerà alla Triennale Milano dal 17 al 20 novembre. L’evento si terrà anche online.

Tra i temi che saranno sviluppati negli incontri della quattro giorni ci saranno la rigenerazione di spazi pubblici abbandonati mediante espressioni di cittadinanza attiva, le opportunità di riqualificazione offerte dai complessi immobiliari dismessi, la relazione “territorio, cibo e città”, le priorità delle Regioni nel governo del territorio. Si parlerà anche del ruolo della cultura nella promozione dei processi di riqualificazione urbana, oltre a un focus su città e porti e sulle strategie di sviluppo sostenibile in aree montane. Sono in programma anche approfondimenti sulla città adriatica e sulla pianificazione delle zone di pregio vitivinicolo, il seminario preparatorio di Urban-promogiovani 2021, uno dei convegni che formano il programma celebrativo dei 90 anni dell’INU e il convegno internazionale “Le nuove comunità e il valore strategico della conoscenza. Come i processi cognitivi possono motivare la politica, garantire l’utilità del piano, offrire una via d’uscita all’emergenza”.

La modalità “ibrida”, in presenza alla Triennale Milano e in diretta streaming, sarà adottata anche per Urbanpromo Social Housing, in programma nella stessa sede, in quattro sessioni, il 17 e 18 novembre. Nella prima giornata ci saranno approfondimenti sulla situazione delle infrastrutture sociali nel nostro Paese e sulle opportunità di rilancio, in relazione all’accesso ai finanziamenti europei, e sugli effetti e i cambiamenti generati nel settore dell’abitare sociale dalla pandemia. Nella seconda giornata sono in programma incontri su “rigenerazione urbana, social housing e comunità” (con l’analisi e il confronto con il modello britannico) e sulla cosiddetta “città dei quindici minuti”, una nuova idea di abitare e di prossimità più che mai attuale.

Urbanpromo Progetti per il Paese e Urbanpromo Social Housing sono promossi insieme con Fondazione Cariplo, Fondazione Compagnia di San Paolo e Fondazione Sviluppo e Crescita CRT. Partecipano alla realizzazione delle manifestazioni CDP Investimenti Sgr e Fondazione Housing Sociale.

 

9 vincitori per 3 categorie

“Nuove modalità dell’abitare e del produrre” 
Rovim srl, per il progetto dell’area ex Marangoni Meccanica a Rovereto (Trento): intervento improntato al principio della sostenibilità in senso ambientale, economico e sociale, che integra le esigenze urbanistiche e sociali della città, in particolare quelle abitative, con quelle dell’imprenditoria privata
Comune di Taranto, per il progetto di social housing “Casa +: una scommessa per il rilancio della Città vecchia”: iniziativa d’innesco e potenziale leva del più ampio processo di rigenerazione della città
Fondazione Sviluppo e Crescita CRT, per “Sharing Torino”: percorso di recupero urbano e di social housing che offre nuovi volti a luoghi abbandonati di difficile riutilizzo, grazie all’impiego di metodologie partecipative e di progettazione condivisa che contribuiscono a realizzare anche nuovi servizi in favore dei residenti.

“Rigenerazione ambientale, economica e sociale”
FS Sistemi Urbani, società del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, per “Rail City Lab”: workshop organizzato a Torino per promuovere un dibattito sulla rigenerazione urbana sostenibile delle aree ferroviarie dismesse attraverso un confronto con istituzioni locali, progettisti, mondo accademico, cittadinanza sui temi della sostenibilità, delle connessioni e del vivere la città
Comune di Giovinazzo (Bari), per la rigenerazione delle ex Acciaierie-ferriere pugliesi: progetto (firmato dallo studio Ottavio Di Blasi & Partners) che si prefigge di riorganizzare l’impianto stradale dell’area, dotarla di spazi verdi e di percorsi pedonali di connessione con il mare, operando una sensibile riduzione dei volumi preesistenti
Comune di Aprilia (Latina), per “Prossima apertura”: progetto di riqualificazione del quartiere Toscanini (a cura del collettivo Orizzontale; immagine di copertina) che prevede la rigenerazione di piazza Europa e dell’area circostante a partire da un intervento urbanistico ed edilizio minimo.

“Innovazioni tecnologiche per la gestione urbana”
Regione Liguria, per “Rigenerazione territoriale e mobilità sostenibile nel Ponente ligure”: iniziativa che s’inserisce all’interno delle attività del progetto Interreg Alcotra EDU-MOB, che sostiene la promozione delle politiche di educazione alla mobilità, oltre a interventi concreti nell’area dell’estremo ponente ligure e della vicina Francia, e più in generale nell’azione regionale di rivitalizzazione dei territori anche tramite la realizzazione di ciclovie
Parco nazionale della Sila, presentato dall’omonimo Ente, che organizza e promuove attività incentrate sulla conservazione e il monitoraggio della biodiversità
Abitare Toscana srl, per “Abito in Community”: app rivolta alle community di social housing che valorizza l’abitare sociale quale vera e propria infrastruttura nell’ambito della sharing economy.

 

Related Posts

17 e 18 settembre: ritorna Urbanpromo Green La quarta edizione della manifestazione promossa da INU...

Le anticipazioni sulla nuova edizione della manifestazione nazionale sulla rigenerazione urbana...

Nel dibattito sul rilancio promosso dall'INU, il sottosegretario Morassut annuncia: «Nel collegato...

Leave a Reply