Vita da Architetto

Vita da Architetto

Una collaborazione scientifica ed editoriale con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Torino per capire come cambia la realtà professionale in Italia

 

Giugno 2017. Strategie per l’Ordine del futuro

La collaborazione scientifica e redazionale con l’Ordine Architetti di Torino e Provincia prosegue con un approfondimento sull’Ordine e sul suo ruolo, partendo dall’elezione dei Consigli provinciali. Tra opinioni di presidenti e illustri architetti, ma anche dei nostri lettori: come dovrebbe essere l’Ordine del futuro?

 

Maggio 2017. L’Ordine che vorrei… partecipa al sondaggio

In vista dei rinnovi dei consigli degli Ordini professionali degli architetti P.P.C. lanciamo un sondaggio chiedendo ai nostri lettori: come vi immaginate l’Ordine del futuro? A quali funzioni dovrebbe assolvere?

 

 

Marzo 2017. Concorsi, gioie (poche) e dolori (tanti)

La collaborazione scientifica e redazionale con l’Ordine Architetti di Torino e Provincia parte da un approfondimento sui concorsi. L’attivazione, il 24 marzo da parte del Cnappc, della piattaforma per il monitoraggio dei bandi, è occasione per fare il punto sulla pratica progettuale più invocata dalla categoria degli architetti, che, tuttavia, è quasi sulla strada dell’estinzione, a favore di quella, meno impegnativa, dei cosiddetti contest d’idee (e sempre meno di cose d’architettura rispetto a quelli per loghi, motti, oggettistica, foto, slogan e altre amenità)

Lavoro gratis per guadagnare di più

Abbiamo chiesto alla coscienza del titolare, e unico dipendente, di Studio AMI (Architetto Medio Italiano) una libera riflessione (con possibilità di obiezione) a margine della vicenda del bando a un euro del Comune di Catanzaro.

Sergio Dinale: il bando di Catanzaro non proponeva un incarico senza un corrispettivo!

Il fondatore di D:RH Architetti Associati, affidatario nonché unico candidato, ribadisce come la procedura per l’affidamento del PSC prevedesse un rimborso spese di 250.000 euro non soggetti a ribasso. E sottolinea come sia da riformare un sistema esteso che limita di fatto l’accesso ai bandi di pianificazione a pochi studi e alle università, escludendo i piccoli e i giovani.

Oltre l’equo compenso

Partendo dal bando per l’affidamento del PSC di Catanzaro a un euro, il presidente dell’Ordine degli Architetti PPC di Torino rivendica la centralità del progetto e la dignità del lavoro, auspicando un cambio di mentalità della società civile.

Bando a un euro a Catanzaro, la sentenza del Consiglio di Stato è criticabile

Per il giurista, i principi affermati si basano su argomentazioni fragili, in contrasto con la Costituzione: secondo l’articolo 36 il lavoratore ha diritto a una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro.

 

Related Posts