Sette sessioni, otto sessioni speciali e cinque tavole rotonde venerdì 15 dicembre discutono di come l’urbanistica può rispondere alle nuove esigenze e ai nuovi conflitti delle città.

10 sono le proposte formulate dall’INU per voce della presidente Silvia Viviani durante la sessione di Urbanpromo che ha ragionato sugli sviluppi possibili dell’esperienza del bando periferie. In attesa della nuova edizione.

Si apre il 21 novembre alla Triennale di Milano la 14° edizione della manifestazione nazionale di riferimento sulla rigenerazione urbana, organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit.

Ospitata dagli spazi del Dipartimento Architettura di Roma Tre dell’Università Roma Tre che ha rinnovato l’ex Mattatoio, porterà dal 25 al 27 maggio la discussione su buone pratiche e progetti su progettazione e gestione degli spazi pubblici.

La tredicesima edizione dell’appuntamento promosso da Inu e Urbit si chiude con 1.800 visitatori, 350 relatori e 65 progetti di buone pratiche di gestione del territorio.

È online la gallery con i primi nove progetti, mentre si sta definendo il programma finale e sono aperte fino al 31 ottobre le votazioni per il concorso Urban-promogiovani. C’è tempo fino al 19 dicembre per partecipare al video contest sul social housing.

La manifestazione sull’abitare sociale si svolgerà il 6 e il 7 ottobre a Torino presso il Polo del ‘900, negli spazi di Palazzo San Celso e di Palazzo San Daniele.

Stefano Stanghellini, presidente di Urbit, traccia un bilancio e illustra l’edizione 2016 di Urbanpromo, evento nazionale di riferimento per la rigenerazione urbana.

Mario Spada, coordinatore della Biennale dello spazio pubblico, presenta la quarta edizione al termine della call for proposal.

L’architetta Federica Galloni, direttrice della Direzione Generale per l’Arte, l’Architettura e le Periferie urbane del Mibact, risponde a Ugo Carughi, presidente di Docomomo Italia, che replica.