A Napoli la decima giornata di studi dell’INU: Crisi e rinascita delle città

 

Sette sessioni, otto sessioni speciali e cinque tavole rotonde venerdì 15 dicembre discutono di come l’urbanistica può rispondere alle nuove esigenze e ai nuovi conflitti delle città

 

Il Dipartimento di Architettura dell’Università Federico II di Napoli ospita la decima giornata di studi organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica, “Crisi e rinascita delle città”, che, curato da Francesco Domenico Moccia e Marichela Sepe, si terrà venerdì 15 dicembre.

Oltre 320 sono state le proposte provenienti dall’Italia (70%) e dall’estero (30%) che hanno risposto al call for paper lanciato nei mesi scorsi e rivolto al mondo scientifico, accademico, delle professioni e della pubblica amministrazione.

Daranno sostanza a una giornata articolata in sette sessioni parallele: Nuovi confini e limiti delle città; Ricostruzione post-terremoto e post-catastrofe; Resilienza, circolarità, sostenibilità; Rigenerazione urbana, beni culturali, nuovi standard; Città sana, felicità urbana e spazi pubblici; Metabolismi urbani creativi, social networks e nuove tecnologie informatiche per il territorio; Infrastrutture verdi, blu e miste.

A queste si affiancheranno otto sessioni speciali (La geografia della rinascita urbana tra efficienza statica e dinamica; Challenges, resistances and opportunities for the inclusion of ecosystem services in urban and regional planning; Migliorare la salute migliorando le città: nuovi percorsi per l’urbanistica; Nature-based solutions: new eu topic to renature cities; Metro-conflicts. Rappresentazione e governo dei conflitti di area vasta; Greening the city: challenges and opportunities; Salute e spazio pubblico nella città contemporanea; La ricostruzione come metodo. Cosa insegna la storia recente degli eventi sismici in Italia) e cinque tavole rotonde (Metabolismi creativi oltre l’urbanistica. L’ambiente di vita: dal Territorio della Governance Partecipata alla Città/Paesaggio; Workshop sulla rigenerazione urbana nel cratere sismico, prodotto dal Master nazionale annuale “Città e Territorio. Strumenti innovativi e strategie di intervento per la protezione dai rischi in aree in crisi” (UNIVPM, INU, SIU, ISTAO); “Wastescape” e flussi di rifiuti: materiali innovativi del progetto urbanistico; L’ecofemminismo in Italia; Contratti di fiume: quali conoscenze e competenze).

La consegna della quinta edizione del Premio Letteratura Urbanistica dell’Inu e uno study tour nel centro storico di Napoli curato da Bernardino Stangherlin, entrambi sabato 16, chiuderanno i lavori.

Related Posts

Bando periferie: pessimismo dell’intelligenza, ottimismo della volontà   Il segretario generale...

Urbanpromo tris 2018   I nuovi appuntamenti, le call e i workshop della manifestazione nazionale di...

A maggio Istituto Nazionale di Urbanistica e Comune di Livorno inaugurano 4 giornate di incontri...

Leave a Reply